Il Roberto Nuti Group non si ferma!

La filiera del trasporto, in questo momento, sta svolgendo un ruolo fondamentale per permettere al paese di andare avanti, garantendo forniture alimentari, sanitarie, energetiche. Ad un primo momento di difficoltà e smarrimento, le aziende del settore hanno reagito con forza e il comparto sta lavorando con coraggio, solidarietà e ottimismo. Dagli autotrasportatori, in strada tutti i giorni, fino alle autofficine di ricambi, non ci si è mai fermati, perché se si ferma il trasporto si paralizza il paese.

“In questo periodo difficile, come prima cosa abbiamo tutelato la salute dei nostri dipendenti e collaboratori – spiega Massimo Nuti, CEO Roberto Nuti Group -, una volta garantita la sicurezza, abbiamo lavorato senza sosta per rispettare la consegna dei nostri prodotti in Italia e all’estero, come noi tante altre aziende del nostro settore stanno continuando a produrre e garantire che la filiera del trasporto non si fermi. Voglio ringraziare tutti i nostri dipendenti, collaboratori e spedizionieri che non si stanno tirando indietro in questo momento. Come Gruppo Roberto Nuti non ci siamo fermati davanti a queste avversità, anzi, stiamo presentando nuovi prodotti e abbiamo in cantiere altre importanti novità per questo 2020″.

Il Roberto Nuti Group ha aderito con decisione al movimento #iostocoltrasporto, una campagna di comunicazione che ha raggruppato i protagonisti del settore, tra i quali i principali produttori di mezzi pesanti europei: DAF, Ford Trucks, IVECO, Mercedes-Benz Trucks, Renault Trucks, Scania e Volvo Trucks. Attravero l’hastag #iostocoltrasporto è possibile seguire sui social network le testimonianze di chi sta combattendo e vincendo questa battaglia: in strada, in officina, in azienda.

“Aderire a una campagna come questa significa dare un segno di partecipazione e unità – conclude Massimo Nuti -, certe crisi si superano solamente restando compatti e unendo le forze. Ascoltare e leggere leggere le tante testimonianze di chi opera nel settore del trasporto ci fa guardare con fiducia al futuro”.